Uganda

Il cuore della missione è chiaramente l'Uganda, in modo particolare Kampala con le sue sterminate periferie. È in queste realtà poverissime che Famiglia d'Africa, in poco più di dieci anni di attività, ha realizzato e sta continuando a realizzare decine di progetti. Di seguito vogliamo citarne alcuni:

BBIINA (Kampala): Centro Comboni House, acquistato nel dicembre del 2002, il centro consiste di 3 grandi case e 3 “dependances” capaci di poter ospitare fino a 100 ragazzi/e a livello di scuola elementare. Nell'accoglienza sono sempre stati privilegiati gli orfani di uno o di entrambi i genitori o i bambini/e abbandonati, cioè bambini a rischio maggiore di finire sulla strada. Gestito da personale religioso e laico, è senza dubbio una delle attività più importanti per Famiglia d'Africa ed il suo staff: è da precisare che la struttura non riceve alcun finanziamento da parte del Governo dell'Uganda ma si mantiene esclusivamente con i fondi raccolti da Famiglia d'Africa.

BBIINA (Kampala): costruito nelle immediate vicinanze dell'abitazione di Padre Felice, il “St. Luke Health Centre Pediatric Clinic” in Bbiina è un piccolo villaggio costituito da un centro medico e dalle abitazioni per lo staff ugandese della missione. Tra le basi del progetto di Famiglia d'Africa, anche questo piccolo villaggio è in espansione;  recentemente al suo interno è stata infatti completata la “clinica”, articolata su quattro container: 1) reception e ambulatorio pediatrico; 2) laboratorio di analisi e farmacia, 3) ambulatorio per adulti e piccola chirurgia; 4) stanza degenza. Nella clinica, affidata ad un giovane medico ugandese, vengono curati gratuitamente i bambini di Bbiina, un degradato quartiere alla periferia di Kampala.

LUZIRA (Kampala): Day-Care e Reparto di Maternità, realizzati appena fuori dal carcere femminile. L'asilo offre la possibilità ai piccolissimi figli delle detenute (fino a 4 anni) di mangiare e dormire nelle vicinanze delle proprie mamme, con il privilegio di poterle incontrare ogni giorno. Accanto al “Day Care”, nel settembre del 2013 è stato inaugurato il reparto maternità: la struttura è dotata di 30 posti letto ed è il più grande reparto di maternità di tutte le prigioni femminili africane. Le attrezzature ospedaliere provengono dall'ospedale di Frosinone e dalle strutture dell'ASL Napoli 3 Sud.

KALULE (Kampala): domenica 21 settembre 2014 padre Felice e monsignor Matthias Kanyerezi, vicario generale della diocesi di Kasana - Luweero, hanno inaugurato la CHIESA DI KALULE, poverissima località a 44 km da Kampala. In questa località, oltre alla chiesa e alla casa del locale parroco, Famiglia d'Africa ha ristrutturato le povere e abbandonate aule scolastiche preesistenti, ha realizzato di un ambulatorio medico per gli abitanti della zona ed un pozzo per l'approvvigionamento dell'acqua. La chiesa di Kalule è stata intitolata al Beato Vincenzo Romano perché i fondi necessari per la realizzazione di queste opere sono pervenuti da tutta Italia ma in particolare dalla città di Torre del Greco, in provincia di Napoli. Il Beato Vincenzo Romano è stato preposito curato della cittadina vesuviana tra la fine del '700 e gli inizi dell'800, svolgendo la sua opera tra gli strati più umili della popolazione dell'epoca. Ancora più di recente, nel piccolo villaggio di Kalule è stata completata anche la clinica, realizzata con fondi provenienti da tutta Italia e, in particolare, da Torre del Greco.

KAMPALA, St. Elizabeth: centro di formazione professionale femminile sorto nel centro della città, offre corsi alberghieri, di taglio e cucito, di maglieria, di computer ed economia domestica. Con i nuovi locali e soprattutto l'ampio dormitorio, attualmente la struttura riesce ad ospitare circa 150 ragazze. Da pochi mesi sono sorti anche un bar e un ristorante aperti al pubblico, a riprova del fatto che anche questo progetto è in espansione e costituisce davvero una grandissima opportunità per la formazione professionale delle ragazze e per il loro inserimento lavorativo.

BOMBO-NAMALIGA, St. Luke Health Centre: è un grosso complesso ospedaliero non molto distante da Kampala. Famiglia d'Africa negli anni ha fortemente sostenuto l'ospedale attraverso importanti donazioni di materiali e di fondi. Proprio in questi mesi, grazie alla sponsorizzazione di Famiglia d'Africa, si stanno ultimando i lavori per il nuovo reparto maternità: il vecchio e fatiscente reparto verrà finalmente sostituito con una struttura nuovissima ed efficiente.

LUWEERO, Collegio St. Cyprian Chavanod e MUKONO, Scuola primaria e secondaria St. John's: due tra gli altri istituti sostenuti dalla missione di Famiglia d'Africa anche attraverso la costruzione o l'ampliamento negli anni dei dormitori, indispensabili alla vita delle strutture.

NAGGALAMA, Azienda Agricola: distante circa 50 km da Kampala. Da qualche anno Padre Felice ha intrapreso un nuovo e fondamentale progetto per il sostentamento dei numerosi bambini e ragazzi adottati da Famiglia d'Africa. Si tratta di oltre 20 acri di terra dove vengono coltivati banane, patate dolci, cavoli, pomodori e granoturco. Inoltre vengono allevati grossi quantitativi di polli, maiali, capre e pecore. I contadini che vi lavorano, e che alloggiano in abitazioni limitrofe, sono però ancora troppo pochi rispetto al grosso lavoro che è necessario svolgere: un progetto, dunque, che va migliorato e reso più efficiente dal punto di vista sia lavorativo che produttivo.